mercoledì 31 maggio 2017

il nemico ci detta l'agenda

Con poca sorpresa apprendiamo di un'altra manifestazione sodomitica che si terrà a Varese sabato 17 giugno 2017. Visto che come al solito il clero preferisce un donabbondiesco silenzio, un laico lancia l'iniziativa di un rosario pubblico di riparazione da tenerdi davanti alla basilica di San Vittore alle 15:00 nello stesso giorno, chiedendo al vescovo (del decanato di Varese) di partecipare o almeno benedire.

Sempre con poca sorpresa apprendiamo che tale vescovo, Franco Agnesi, processa le intenzioni e giudica «inopportuno» tale pubblico rosario accusando di trasformarlo in «strumento di polemica culturale e politica», [sic!] come se il gay pride fosse una questione meramente "culturale e politica" anziché di peccati che gridano vendetta al cospetto di Dio, definendo il gay pride «il baccano di una sfilata pomeridiana» [sic!!] timoroso che qualcuno oltre ai media faccia da «cassa di risonanza».

Ma chissà, forse ha ragione sua eccellenza: l'orgoglio sodomita dopo un paio sfilate pomeridiane si spegne da solo e tutto va ben, madama la marchesa.

Aggiornamento: lo scambio di lettere col latinorum e gli impedimenti del don Abbondio Agnesi è stato pubblicato anche su Stilum Curiae:

http://www.marcotosatti.com/2017/06/03/reggio-emilia-gay-pride-centinaia-alla-preghiera-di-riparazione-nonostante-la-curia-intanto-si-prepara-quella-di-varese-del-17-giugno/

Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.