venerdì 12 luglio 2024

vi sblocco qualche ricordo

Sette cose che mons. Viganò, in qualità di scomunicato, può subito cominciare a fare:

  1. Farsi baciare i piedi, come furono baciati da Paolo VI allo scismatico ed eretico Melitone di Calcedonia nel 1975.
  2. Farsi rendere devote visite nei luoghi più significativi della Sua vita. Come fece Benedetto XVI nel 2011, presentandosi in veste di Vescovo di Roma, presso il convento dove Lutero studiò teologia. Potrebbero avanzare l’obiezione che l’eresiarca protestante è morto da qualche secolo e Lei no: nel caso lasci scritto per i Suoi eredi.
  3. Ricevere dal Vaticano omaggi nemmeno troppo velati ai Suoi pensieri teologici. Sempre Benedetto XVI, nell’occasione appena citata disse: «Il pensiero di Lutero, l’intera sua spiritualità era del tutto cristocentrica». Basta cambiare il nome.
  4. Farsi onorare in forma di statua presso il Vaticano. Si ricorda la statua rossa di Lutero di fianco a Francesco? Ecco, qualcosa del genere.
  5. Farsi donare preziose reliquie. Agli eretici e scismatici Paolo VI concesse la Testa di Sant’Andrea, sotto Benedetto XVI si regalarono quelle di San Gennaro.
  6. Farsi concedere chiese per celebrare i sacramenti, come avviene abitualmente a ogni genere di eterodossi in ogni diocesi del mondo. Se agli anglicani hanno dato il Laterano, può mirare serenamente all’altar maggiore di San Pietro.
  7. Smettere di ricevere il disprezzo dei conservatori da operetta. Ora può finalmente chiedere il trattamento riservato a tutti gli interlocutori vaticani degli ultimi 60 anni: atei, apostati, eretici, pazzi.


Ve lo ricordate che fin dagli inizi il Bergoglio aveva più a cuore un pastore protestante (e non certo per invitarlo a ripudiare l'eresia), che gli agnelli e le pecorelle del gregge?

Ve la ricordate la dittatura psicosanitaria e il Super Mega Giga Maxi Green Pass Rinforzato?






giovedì 11 luglio 2024

non vogliono neppure chiedersi se Viganò abbia ragione almeno su qualcosa

Il buon Sinfest col suo stile onirico sta pubblicando metafore basate sulla storia di Alice nel paese delle meraviglie (iniziano da [qui], cliccare sempre su "next" per le successive).

La vignetta di oggi pare quasi un'allegoria del caso Viganò:

Nel negozio di "bambole" Alice vede qualche golem abbigliato da Papa che ti intima di convertirti al Vaticano II "pena la morte" (mettetevi nei panni di un fedele legato alla Tradizione...). Ancor prima di ricevere una risposta (Alice era già sospetta in quanto resiliente ed era stata già condannata "a morte" dalla politica ufficiale rappresentata da una regina LGBT), trasformano la croce in arma (cioè l'autorità trasformata in arbitrarietà e autoritarismo) e tentano di falciarla.

Bene, torniamo al caso Viganò.

I soliti kattolici da salotto non sembrano aver nulla da ridire sulla condanna per "scisma" (danno per scontato che un tribunale, per il solo fatto di rappresentare un insieme di norme, avrebbe automaticamente ragione), alcuni addirittura additando furenti il Peccato Assoluto di "Complottismo".

Quel che cerco di far loro notare, invece, è che gli argomenti di Viganò meriterebbero un po' di sana riflessione e che il tempismo di quella condanna è proprio un feroce invito a "non riflettere" ("colpirne uno per educarne cento"), tanto più che a giorni arriverà l'ennesimo draconiano arbitrario giro di vite contro la liturgia "tridentina" (quando sentiranno le nostre grida di dolore diranno che siamo "viganiani"? "viganisti"?).

Chiedo perciò loro di riflettere su questa breve lista di affermazioni del vescovo Viganò e, mettendosi onestamente nei suoi panni senza fare i finti tonti, quali conclusioni alternative avrebbe dovuto trarre, tenendo presente che scansare un problema non significa aver affrontato il problema:

  1. A partire dal Concilio la Chiesa si è dunque fatta portatrice dei principi rivoluzionari del 1789, come hanno ammesso alcuni tra i fautori del Vaticano II e come è confermato dall’apprezzamento da parte delle Logge nei confronti di tutti i Papi del Concilio e del post-concilio proprio per i cambiamenti che i Massoni da tempo invocavano.
  2. Il cambiamento, anzi: l’aggiornamento è stato talmente al centro della narrativa conciliare da costituire il marchio distintivo del Vaticano II e porre questa assise come il terminus post quem che sancisce la fine dell’ancien régime – quello della “vecchia religione”, della “vecchia Messa”, del “preconcilio” – e l’inizio della “chiesa conciliare”, con la sua “nuova messa” e la sostanziale relativizzazione di ogni Dogma. 
  3. Vengo dunque chiamato dinanzi al tribunale che ha preso il posto del Sant’Uffizio per esser processato per scisma, mentre il capo dei Vescovi italiani [Matteo Zuppi, ndr] – indicato tra i papabili e del tutto in linea col Papa – celebra illecitamente una Messa di suffragio per uno dei peggiori e più ostinati esponenti del Modernismo [Ernesto Buonaiuti, ndr], contro cui la Chiesa – quella da cui secondo costoro io sarei separato – aveva pronunciato la più severa sentenza di condanna.
  4. Ci troviamo nella surreale situazione in cui una Gerarchia si definisce cattolica e per questo pretende obbedienza dal corpo ecclesiale, mentre allo stesso tempo professa dottrine che prima del Concilio la Chiesa aveva condannato; e che condanna come eretiche, dottrine che sino ad allora erano state insegnate da tutti i Papi.
  5. Gli adepti della “chiesa conciliare” risponderanno che ciò è dovuto all’evoluzione del corpo ecclesiale in un “necessario rinnovamento”; mentre il Magistero Cattolico ci insegna che la Verità è immutabile e che la dottrina dell’evoluzione dei dogmi è eretica. Due chiese, certamente: ciascuna con le sue dottrine e le sue liturgie e i suoi santi; ma per il Cattolico la Chiesa è Una, Santa, Cattolica e Apostolica, per Bergoglio la chiesa è conciliare, ecumenica, sinodale, inclusiva, immigrazionista, ecosostenibile, gay-friendly. La Chiesa avrebbe dunque iniziato ad insegnare l’errore?
  6. Dato che non è teologicamente sostenibile che la Chiesa e il Papato siano strumenti di perdizione anziché di salvezza, dobbiamo necessariamente concludere che gli insegnamenti eterodossi veicolati dalla cosiddetta “chiesa conciliare” e dai “papi del Concilio” da Paolo VI in poi costituiscono un’anomalia che mette in seria discussione la legittimità della loro autorità magisteriale e di governo. 
  7. Dobbiamo comprendere che l’uso eversivo dell’autorità nella Chiesa finalizzato alla sua distruzione (o trasformazione in una chiesa altra rispetto a quella voluta e fondata da Cristo) costituisce di per sé un elemento sufficiente per rendere nulla l’autorità di questo nuovo soggetto che si è dolosamente sovrapposto alla Chiesa di Cristo usurpandone il potere.
  8. Se il Papato Romano – il Papato, per intenderci, di Pio IX, Leone XIII, Pio X, Pio XI, Pio XII – è considerato un ostacolo al dialogo ecumenico e il dialogo ecumenico viene perseguito come priorità assoluta della “chiesa sinodale” rappresentata da Bergoglio, in quale altro modo potrebbe concretizzarsi questo dialogo, se non nella rimozione di quegli elementi che rendono il Papato incompatibile con esso, e quindi manomettendolo in modo del tutto illegittimo e invalido?
  9. Sono convinto che tra i Vescovi e i sacerdoti vi siano molti che hanno vissuto e vivono ancor oggi lo straziante conflitto interiore di trovarsi divisi tra ciò che Cristo Pontefice chiede loro (e lo sanno) e ciò che colui che si presenta come Vescovo di Roma impone con la forza, con il ricatto, con le minacce. [...] La nostra responsabilità dinanzi a Dio, alla Chiesa e alle anime ci impone di denunciare senza equivoci tutti gli errori e le deviazioni che troppo a lungo abbiamo tollerato, perché non saremo giudicati né da Bergoglio né dal mondo, ma da Nostro Signore Gesù Cristo. A Lui renderemo conto di ogni anima perduta per nostra negligenza, di ogni peccato da essa commesso per causa nostra, di ogni scandalo dinanzi al quale abbiamo taciuto per falsa prudenza, per quieto vivere, per complicità.
  10. Trovo a dir poco sconcertante che a processarmi per scisma siano coloro che fanno propria la dottrina eterodossa secondo la quale sussiste un vincolo di unione “con coloro che, essendo battezzati, sono insigniti del nome cristiano, ma non professano integralmente la fede o non conservano l’unità di comunione sotto il successore di Pietro” (Concilio Vaticano II, Lumen Gentium, paragrafo 15). Mi chiedo con quale improntitudine si possa contestare ad un Vescovo il venir meno di una comunione che si afferma altresì esistere con gli eretici e gli scismatici.

venerdì 5 luglio 2024

l'«appartamento sanitario» e il consolato a 550 metri di distanza

Immagine creata dall'intelligenza artificiale
© mr. Totalitarismo Totale
Mi sorge un piccolo dubbio: una persona viva, ancorché "molto sedata", respira e ha un battito cardiaco, percepibili se qualcuno sta "vestendo" il soggetto.
Però quest'articolo cioncesco è ugualmente spassoso da leggere, soprattutto alla luce del fatto che su Giovanni Paolo I non venne fatta alcuna autopsia, e che le panzane mondiali più grosse (dal covidiotismo all'11 settembre 2001) hanno funzionato nonostante vistosissime sbavature:

https://www.romait.it/tomba-di-bergoglio-con-appartamento-sanitario-pronti-alla-fuga.html

 

Il vaticansecondismo ha scomunicato Viganò, e comincia anzitutto il "fuoco amico" dematteiano, collaudato già anni orsono (tant'è che si resta nel dubbio: "s'è eclissata la verità o la carità?"):

C'è una grande spinta alla cosiddetta "moderazione" sia nel versante politico che nel mondo della Tradizione. [...] Nel mondo della Tradizione noto la stessa spinta e per 'moderazione' intendo il fatto di etichettare come 'complottista' chi avanza dubbi e argomenta e non solo chi si esprime in chiave apocalittica.

https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2024/07/di-nuovo-eclissi-della-verita-o-eclissi.html

 

Seppur in risposta ad un articolo del De Mattei, questo articolo di Valli chiarisce parecchi dubbi che possono venire a chi legge solo i titoli dei giornali:

https://www.aldomariavalli.it/2024/07/05/dubbi-sulla-navigazione-di-vigano-dalla-barchetta-di-duc-in-altum-qualche-parere-prendendo-spunto-da-un-articolo-di-roberto-de-mattei/


Autocitazione:

Esprimo le più vive e sentite condoglianze a quel branco disordinato di poveri modernisti che nei sacri palazzi si trovava a dover scegliere fra una soluzione brutta e una bruttissima. Quella brutta era far finta di niente per non ingigantire il caso, mentre quella bruttissima era sparare una scomunica che avrebbe reso gli argomenti di Viganò ancor più importanti agli occhi dei cattolici non rincitrulliti.

Purtroppo il lupo perde il pelo ma non il vizio: quando i prelati modernisti odiano qualcuno, hanno la sindrome ponziopilatesca del doverlo colpire lavandosene le mani (nonché di indurlo subdolamente a gesti eclatanti). Come se la loro più fondamentale necessità fosse il giustificarsi davanti alle telecamere (anziché davanti a Dio) e col solito alibi: "non potevamo non decidere così". E così, preparando il terreno alla stangata anti-liturgica di cui si vocifera da qualche settimana, hanno scelto la soluzione bruttissima, quella che per loro è più controproducente.
Immagine reale,
NON creata dall'intelligenza artificiale


martedì 2 luglio 2024

Parolin aspira a diventare "papa Giovanni XXIV"

Aspira non solo Parolin ma anche Gugerotti (ennesimo cardinale creato da Bergoglio; a proposito, ma in caso di conclave, i voti dei cardinali bergoglioni sono validi?):

https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2024/06/zuffa-santa-marta-il-card-parolin.html

(per la cronaca: in tempi non sospetti, un importante prete omosessuale in zona adorava Parolin e si augurava che diventasse presto cardinale e magari anche papa)

 

Non fatevi ingannare quando papafrancé o cardinal tizio o vescovo caio dicono una cosa buona ogni tanto, perché alla fine della fiera non riuscirebbero a sottoscrivere in coscienza la professione di fede.

Citazione (ma vale la pena leggere tutta la dichiarazione):

Da cosa comprendiamo che la “chiesa sinodale” e il suo capo Bergoglio non professano la Fede Cattolica? Dall’adesione totale e incondizionata di tutti i suoi membri ad una molteplicità di errori ed eresie già condannati dal Magistero infallibile della Chiesa Cattolica e dall’ostentato rifiuto di qualsiasi dottrina, precetto morale, atto di culto e pratica religiosa che non sia sancita dal “loro” concilio. Nessuno di essi può in coscienza sottoscrivere la Professione di Fede tridentina e il Giuramento Antimodernista, perché quanto entrambi esprimono è l’esatto contrario di ciò che insinua e insegna il Vaticano II e il cosiddetto “magistero conciliare”.

https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2024/06/jaccuse-dichiarazione-di-se-mons-carlo.html


E quindi da stamattina abbiamo unfollowato l'account Lego Italy Official perché ha pubblicato un vistoso reel sul Pride (con addirittura 420 Like, per lo più farlocchi o di gente interessata molto più al pride che ai mattoncini).
Per la cronaca, legoitaly_official è mantenuto non da italiani ma da qualche società di marketing sita nella Perfida Albione (e che probabilmente riedita in più lingue su vari account ogni reel).
Erano già diversi anni che la Lego acconsentiva sotto sotto a robacce LGBT (contrariamente alla propria politica aziendale di non toccare mai temi religiosi, morali, guerre, ecc.) ma quest'ultima vaccata propagandistica in grande stile è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.
Addio, Lego! hai perso un buon cliente, e spero anche moltissimi altri.

sabato 22 giugno 2024

hanno una fretta del diavolo di far sparire la liturgia tridentina

L'ennesimo divieto (o ulteriore forte restrizione?) alla Messa tradizionale.
La promulgazione alle soglie delle ferie è proprio lo stesso trucchetto usato per le leggi civili: quando la gente è in vacanza non ha tempo di protestare...

https://www.sabinopaciolla.com/una-nuova-offensiva-nella-guerra-alla-messa-in-latino/

https://www.sabinopaciolla.com/il-vaticano-puo-vietare-la-messa-in-latino-il-catechismo-dice-no/


Tragicomica figuraccia dei gesuitanti gesuitogeni di America: davano per scontato che Viganò si sarebbe davvero presentato, davano per scontata la condanna già scritta, davano per scontato che il caso fosse ormai chiuso. Letteralmente la fretta del diavolo:

https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2024/06/comunicato-di-se-mons-carlo-maria.html


Commento di padre Zuhlendorf ai preti e seminaristi tradizionalisti: "intanto trovatevi un lavoro":

https://wdtprs.com/2024/06/ask-father-attacks-on-the-vetus-ordo-arent-you-worried/


Passiamo alle notizie sugli abusi edilizi: lo spretato e scomunicato Minutella, i suoi trucchetti, i sessantamila euro per smaltire l'eternit, e altre figuracce:

https://isoladipatmos.com/la-logica-di-alessandro-minutella-gli-altri-fanno-peggio-forse-si-pero-sono-scaltri-e-stanno-zitti/


I ritaglini di oggi:






venerdì 21 giugno 2024

hanno una fretta del diavolo di sventolare al pubblico quella condanna già pronta

Ma ve li ricordate i bei tempi,
quelli del virus immaginario
che triplicava gli introiti?
Mons. Viganò convocato per "delitto di scisma": «Presumo che anche la condanna sia già pronta, visto il processo extragiudiziale»:

https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2024/06/mons-carlo-maria-vigano-attendite.html


Consoliamoci con un po' di musica, va':

https://catholicmetal.com 

 

A proposito del nubifrocio universale e i seminari ridotti a succursali dei gay village:

https://isoladipatmos.com/santita-e-dal-2011-che-testimonio-e-lamento-che-nella-chiesa-e-scoppiato-un-nubifrocio-universale-se-oggi-avete-deciso-di-usare-miei-stili-e-frasari-perlomeno-pagatemi-i-diritti-dauto/

 

Un paio di vignette satiriche dalla Germania del 1934 alludono al fatto che le Schutzstaffel (SS) erano imbottite di omosessuali (fonte):




Bonus: vignetta del 2021:


martedì 18 giugno 2024

varie

Testo completo del De Regimine Judaeorum di san Tommaso d'Aquino, forse è l'unica traduzione italiana completa:

https://www.totalitarismo.blog/tommaso-daquino-de-regimine-judaeorum-testo-completo/


Siamo stati talmente ben indottrinati sulla questione Ucraina, che a rileggere certe ovvietà vengono quasi i brividi:

https://www.ricognizioni.it/il-regime-di-kiev-menzogne-persecuzioni-e-terrorismo-in-odio-alla-russia/



"La setta bergogliana si appresta a raggiungere le altre comunità scismatiche ed eretiche, dopo averne abbracciato gli errori... Bergoglio è il curatore fallimentare di un disegno diabolico pianificato oltre sessant’anni fa":

http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV5933_Vigano_Bergoglio_usurpatore_stravolge.html



Le "rivoluzioni colorate" della CIA

giovedì 13 giugno 2024

Silvia, rimembri ancora...?

Giovannino Guareschi disse che all'italiano piace svegliarsi al mattino e trovare tutto "già pensato". In termini più scientifici dovremmo dire che soffre talmente di amnesia, da non ricordare più le notizie-bomba della settimana precedente, e di affidarsi quindi quotidianamente a ciò che gli propina l'orchestra mediatica (che ubbidisce a certi potentati angloamericani).

Ma guarda te se me tocca cità un Travaglio de tre mesi fa a proposito dei russi kattifi putin malvagyo:

https://www.ariannaeditrice.it/articoli/chi-non-muore-si-rivede

 

Alcuni cattoliconi normalisti si affrettano a festeggiare la bergogliata del mese (contro la "frociaggine") ma non ricordano più che la questione è strutturale nel papato bergogliano a cominciare dal caso Ricca e dal caso McCarrick. Articolo dettagliato e riepilogativo di Roberto Dal Bosco:

https://www.renovatio21.com/papa-bergoglio-contro-la-frociaggine-ci-crediamo-subito/


Il 26 luglio iniziano le Olimpiadi 2024 a Parigi. A chi avrà la memoria corta ricordiamo che il Mossad ha "profetizzato" insensati attentati iraniani (ehi, gente! "l'Iran" vuol proprio fare attentati che ci consentiranno di colpirlo durissimamente!). Dalla rivista Shalom:

https://www.maurizioblondet.it/mossad-prevede-attentato-a-parigi/

L'11 settembre 2001 la torre 7 crollò senza motivo
("un incendio" non è un motivo di crollo,
e un incendio "devastante" non scoppia così per caso)

martedì 4 giugno 2024

altre notizie varie

Senza alcuna ironia
si chiedevano "cosa farne"
dei risparmi degli italiani...
In memoria di Agostino Sanfratello:

https://www.forzanuova1997.it/roberto-fiore-fn-apf-le-nostre-preghiere-per-agostino-sanfratello/


Citazione:

La teoria della congiura contro la Chiesa di Cristo non è un’invenzione del cosiddetto “complottismo” moderno, ma è divinamente rivelata nel Vangelo di Giovanni (IX, 22): “I giudei cospiravano di espellere dalla Sinagoga chiunque riconoscesse che Gesù era il Cristo”.

Anche in molti altri luoghi della S. Scrittura ritroviamo la teoria della congiura del Giudaismo postbiblico contro il Cristianesimo. 

Negli Atti degli Apostoli (XXIII, 12-15), si legge: “Si riunirono alcuni dei giudei, e fecero voto – con giuramento – di non toccare né cibo né bevanda, fino a che non avessero ucciso Paolo, ed erano più di quaranta, coloro, che avevano fatto questa congiura”.

https://doncurzionitoglia.wordpress.com/2023/03/28/il-concilio-vaticano-ii-e-stato-il-frutto-di-un-complotto-contro-la-chiesa-romana-e-contro-gesu-cristo/



Citazione:

Il momento della vittoria definitiva di Arrupe – il commissariamento voluto da Giovanni Paolo II curò i sintomi, non la causa – avvenne, come racconta papa Francesco, alla XXXII congregazione generale della Compagnia di Gesù, quando gli ultimi veri gesuiti rimasti, quelli fedeli al Fondatore, furono “esiliati” in Spagna. La Santa Sede non approvò, a differenza di quanto racconta Francesco in questo incontro con i confratelli, ma non seppe porvi rimedio.

https://cronicasdepapafrancisco.com/2022/06/18/lagenda-di-francesco-e-stata-gia-scritta-negli-anni-70/


venerdì 31 maggio 2024

notizie varie

Cattedrale di Urakami a Nagasaki, 1933
Quando ti dicono "il tè va fatto con acqua molto calda", significa che sono allarmati dal fatto che c'è troppa gente che usa l'acqua tiepida o addirittura fredda.

In tal senso, vale la pena leggere questo decreto dei vescovi siciliani, specialmente il punto "C":

https://www.chiesedisicilia.org/2024/05/16/decreto-circa-gli-esorcismi-e-le-preghiere-di-guarigione-e-di-liberazione/


Giappone: il 17 marzo 1865, poco dopo il termine della costruzione, il missionario francese padre Petitjean vide un gruppo di persone in piedi davanti alla chiesa che gesticolando chiedevano che fossero aperte le porte. Quando il prete aprì e si inginocchiò davanti all'altare, una donna anziana del gruppo lo avvicinò e gli disse: "il cuore [la fede] di noi è come il vostro; dov'è la statua della santa Vergine?" Petitjean capì che queste persone, del vicino villaggio di Urakami, erano kakurè kirishitàn, cristiani discendenti dei cristiani giapponesi che si erano nascosti dopo la ribellione Shimabara degli anni 1630. Fu importata una statua di marmo bianco della Vergine Maria dalla Francia e fu esposta in chiesa per commemorare questo evento. Non passò molto che decine di migliaia di cristiani dell'area di Nagasaki vennero fuori dal nascondimento. La notizia fu riportata a papa Pio IX, che lo dichiarò "il miracolo d'Oriente". 

La basilica dei 26 santi martiri giapponesi ad Ōura (Nagasaki):


E dunque tutta la cagnara sul massone Matteotti era solo per...

https://www.maurizioblondet.it/volevano-accusare-giorgia-del-delitto-matteotti/

 

Citazione:

...il cosiddetto Trattato di Lisbona del 2007. Va da sé che, dal punto di vista giuridico, questo documento non è una costituzione, ma è ancora una volta un accordo tra governi, la cui sola consistenza riguarda il diritto internazionale e che ci si è pertanto guardati dal sottoporre all’approvazione popolare.
Non sorprende, pertanto, che il cosiddetto parlamento europeo che si tratta di eleggere non sia, in verità, un parlamento, perché esso manca del potere di proporre leggi, che è interamente nelle mani della Commissione europea.
[...] Dal punto di vista della sua pretesa costituzione, l’Unione europea non ha pertanto alcuna legittimità.
https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2024/05/europa-o-limpostura.html

lunedì 27 maggio 2024

oh no no no gaybros fratellibros

Parma, due anni fa: ricordate?
Per la serie: "OH NO NO NO FRATELLIBROS!" arriva l'ennesima trollata bergogliana:

https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2024/05/27/il-papa-contro-i-gay-nei-seminari-duro-attacco-parlando-ai-vescovi_57ce9460-d643-4ea5-8fdf-ac349978ec3d.html

Verso il 1999 un esimio gesuita rettore di seminario, nella foga di prevenire una mia possibile obiezione, mi disse (testualmente) che occorreva "distinguere fra orientamento omosessuale e comportamento omosessuale", col sottinteso che finché non vieni beccato in flagrante... È stato uno di quei momenti indimenticabili della mia vita, perché è stato la spiegazione inequivocabile di cos'è il gesuitismo e cos'è il vaticansecondismo. Ed anche perché il clero postconciliare è così poco virile...

Ma magari la trollata era solo una "copertura" per un fattaccio un po' peggiore:

https://cronicasdepapafrancisco.com/2024/05/27/la-diga-rotta-la-resa-di-fiducia-supplicans-alla-lobby-omosessuale/

https://issuu.com/atfp/docs/tfp_ladigarotta

Aggiornamento (prevedibile): "A differenza di altri gruppi maltrattati dal Santo Padre, quando si tratta della lobby gay le rettifiche sono abbastanza nette":

https://fsspx.news/it/news/il-papa-si-scusa-aver-usato-un-linguaggio-inappropriato-45232

 

Per la serie: "OH NO NO NO NO eccetera": il consiglio comunale di un paesetto del Michigan è talmente pieno di islamici che a giugno 2023 ha votato all'unanimità la rimozione delle bandiere arcobaleno dagli edifici pubblici ("i valori giudeocristiani dell'occidente giudeocristiano!!"):

https://www.foxnews.com/media/lgbtq-community-felt-betrayal-muslim-council-voting-remove-pride-flags-city-buildings

Due dipendenti pubblici hanno allora reagito installando una di quelle bandiere su un edificio pubblico e sono stati licenziati (la bandiera è stata rimossa dalla polizia) e hanno intentato una causa per "discriminazione". Intanto il giornale locale fa notare che non è discriminazione ma solo un evitare "favoritismi" e che altri comuni si starebbero attrezzando per imporre quello stesso divieto:

https://www.thehamtramckreview.com/pride-flag-ban-is-catching-on/


Ogni tanto quando ho voglia di letture surreali spulcio qualche blog di Studj Liturgicj, per esempio questo furentissimo contro la messa bassa, che probabilmente non ha speranze di venir preso sul serio da un futuro Papa:

https://traditiomarciana.blogspot.com/2020/08/numquam-sine-ministro-sacrificium.html


domenica 10 marzo 2024

Cu-cù!...

"Cucù!"

Sui siti della diaspora ucraina in Italia, non hanno preso molto bene le parole di papa Bergoglio.

La mia impressione è che Bergoglio è proverbialmente "saltato sul carro del vincitore" dopo che anche gli osservatori più filoucraini hanno finalmente riconosciuto ciò che si sapeva fin dal primo giorno - cioè dell'inevitabile, epica, catastrofica sconfitta dell'UcraiNATO (e tutto sommato non era opportuno per la Santa Sede prendere nettamente posizione prima).

Ma quel che suona ancor più incredibile, conoscendo il Bergoglio, è che abbia parlato anche della Palestina, facendo scattare il Full Damage Control dei glorificati Fratelli Maggiori:

https://www.maurizioblondet.it/incredibile-bergoglio-ha-parlato-da-papa/

Commento di Blondet: «Quasi inaudito. Avrà avuto il permesso dai suoi superiori? Il WEF? Madame Rotschild? Ha deciso da sé? Talmudici e sionisti-genocidi d’onore stanno chiedendoselo con ansia.»


Intanto apprendiamo che a Goryachiy Klyuch, nell'area della cappella del Gruppo Wagner, verrà installato un monumento raffigurante a grandezza naturale il Primo (Yevgeny Prigozhin) e il Nono (Dmitry Utkin), con incisi i numeri delle loro piastrine. Contrariamente alla notizie ufficiali (anche di fonte russa), penso che i due eroi di guerra siano ancora vivi, e che la storiella dell'aereo abbattuto fosse solo la tipica messinscena per farli uscire ufficialmente di scena (concludendo il personaggio ma non la persona).



mercoledì 10 gennaio 2024

i sette doni della Scienza ai suoi più fervidi credenti

  1. dispositivi per produrre e diffondere frastuono senza sforzo umano
  2. nuove malattie, possibilmente fabbricate in laboratorio, e il mercato della salute
  3. il traffico e i ritardi, sebbene a bordo di veicoli molto confortevoli
  4. bombe più che sufficienti a distruggere l'intero pianeta (e conflitti a gogò)
  5. il nucleare sui civili (anche in versione mini con "uranio impoverito")
  6. l'energia "green" ma dal costo ambientale imprevedibile
  7. clonazione e altri bizzarri esperimenti su esseri viventi e persino sull'uomo