sabato 13 maggio 2017

i neocon pianificano un attacco nucleare preventivo contro la Russia

«Non c'è alcun dubbio che i neocon siano sufficientemente malvagi da lanciare un attacco nucleare preventivo contro la Russia»
Un attacco a sorpresa. Nucleare. Chiaro?

Noialtri europei, massonicamente lacché degli americani (e ospitanti le infrastrutture americane che serviranno a colpire la Russia), potremo perciò assaggiare la rappresaglia russa e cinese (i cui governi non sono certo famosi per esser facili da intimidire, e inoltre hanno una coscienza morale che a Washington manca completamente).
«Cinquant'anni fa le strade di Leningrado mi hanno insegnato una cosa: se è inevitabile un combattimento, allora devi colpire per primo»


Promemoria ecclesiale: oggi Bergoglio ne ha imbroccata una giusta canonizzando i pastorelli di Fatima, ma ormai il centenario delle apparizioni è passato e della consacrazione della Russia ancora non c'è traccia (il che con ogni probabilità riguarda il "cattivo concilio" e la "cattiva messa" denunciati nel "quarto" segreto di Fatima).
Secondo fonti vaticane citate da padre Paul Leonard Kramer (fb), che non crede che Bergoglio sia cattolico e tanto meno Papa, nella visita del tardo 2013 in Vaticano Putin avrebbe chiesto a Bergoglio la consacrazione della Russia, sentendosi rispondere che non era argomento di discussione (a dispetto dell'atto di affidamento del 13 ottobre 2013), e sentendo addirittura il cardinal Ravasi dire: «distruggeremo Fatima». Un caso che meriterebbe di essere approfondito.

13 ottobre 2013, piazza san Pietro: striscioni dei fedeli chiedono (inascoltati) la consacrazione della Russia:



Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.