mercoledì 3 maggio 2017

Clemente XV corregge Francesco I (era ora)

Visto che la correzione formale (alias pubblica tirata d'orecchie, esattamente il terrore di ogni gesuita) è stata rinviata alle calende greche, non potendo sperare su Leone XIV Scola (che anziché ruggire bela, e per lo più in direzione del minareto), abbiamo dovuto aspettare Clemente XV Di Gualdo (che riesce persino a farla vaticansecondo-compatibile, tanto è grossa la cantonata di Amoris Letitia):

http://isoladipatmos.com/il-sommo-pontefice-clemente-xv-corregge-la-amoris-laetitia-con-il-suo-motu-proprio-cum-magna-tristitia-confermando-la-disciplina-di-san-giovanni-paolo-ii-sulla-materia-dei-di/


Viene un certo magone a leggere le espressioni di Clemente XV, che dovrebbero essere quelle di tutti i Papi: «Pertanto, nella totale incuranza delle critiche interne e dei pubblici insuccessi che potrebbero ricadere su di Noi, memori che il Romano Pontefice deve anelare di piacere a Cristo Signore nel fare la Sua volontà...»

Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.