giovedì 29 marzo 2018

i matrimoni scarseggiano? è il mercato, ragazzi

Articolo originale
pubblicato sull'Independent

Innamorarsi alla maniera americana

Il seguente scambio di vedute è avvenuto sulle pagine web di annunci sentimentali per l'area di New York.

Dove ho sbagliato? Sono stufa di girare attorno al problema. Sono una bella ragazza (spettacolarmente bella) di 25 anni. Ho cultura e classe. Non sono di New York. Vorrei sposare un uomo che guadagna almeno mezzo milione di dollari l'anno. Capisco che ciò possa suonare strano a certe orecchie, ma si tenga presente che un milione di dollari l'anno a New York City sono il livello della classe media, per cui non penso di star chiedendo troppo. C'è qualcuno su questa community on-line che guadagni almeno 500K l'anno? O almeno mogli di questi "qualcuno" che possano suggerirmi qualcosa? Ho avuto appuntamenti con un uomo d'affari che guadagnava attorno ai 200-250K l'anno. Ma è proprio quello il punto oltre cui non riesco ad andare. 250mila dollari l'anno non basteranno per farmi vivere nell'area di Central Park West. C'è una donna al corso di yoga che frequento, che ha sposato un banchiere e vive nella lussuosa area di Tribeca. Non è carina come me, né è un gran genio. Dunque, qual è il suo trucco? Perciò le mie domande sono queste:
- dov'è che posso incontrare voi uomini single ricchi? siate specifici: bar, ristoranti, palestre.
- che cosa cercate in una donna?
- c'è forse un vostro particolare intervallo di età a cui dovrei puntare?
- come mai certe donne possono così facilmente avere un lussuoso stile di vita nell'Upper East Side? cosa c'è sotto?
- avvocati, banchieri d'investimento, dottori... quanto guadagnano veramente? e dove si incontrano quelli che maneggiano gli hedge funds?
- in base a che cosa voi ricchi decidete se una donna è solo per fidanzamento a termine oppure vale la pena essere sposata? Io infatti cerco solo il matrimonio.”

Risposta da un banchiere:

“Sono un uomo che rispetta i suoi requisiti. Guadagno più di 500mila dollari l'anno. Ecco il mio punto di vista: la sua offerta è chiaramente un pessimo affare. Ciò che lei suggerisce è un semplice scambio: lei offre il suo aspetto fisico e io i miei soldi. D'accordo, ma c'è un problema: il suo aspetto fisico svanirà, mentre i miei soldi continueranno in perpetuo - infatti, è molto probabile che i miei guadagni aumentino, ma è assolutamente certo che lei non diventerà più bella! Per cui, in termini economici, lei è un asset in continua svalutazione. Secondo il gergo di Wall Street, la sua verrebbe indicata come una posizione di trading, di mercanteggiare - non di buy & hold, di comprare per mantenere. Dal punto di vista del business, non ha molto senso "comprarla" (ciò che lei sta chiedendo) - per cui al più io "la affitterei". In quanto tale, ciò che avrebbe senso per me, è di limitarmi ad avere qualche appuntamento con lei, non di sposarla.”

mercoledì 28 marzo 2018

alla faccia delle bombe americane

Oggi liberata la città [di Deir Ezzor] – la Stalingrado siriana – i cristiani tornano ad alzare la croce sulle rovine.
In tutti questi anni, l’Occidente ha pianto solo per i jihadisti.


https://www.maurizioblondet.it/deir-ezzor-si-rialza-la-croce/

martedì 27 marzo 2018

brutte notizie: Italia in guerra contro la Russia

Inutile perder tempo con la politica. Governo e parlamento esistono solo per l'ordinaria amministrazione, poiché tutte le decisioni serie vengono prese a Bruxelles, e in qualità di membro della UE l'Italia può solo adeguarvisi, che piaccia o no.
Infatti la Farnesina (il ministro degli esteri, tale Angelino Alfano, sottosegretario Benedetto Dalla Vedova, sottosegretario Enzo Amendola) comunica che: "a seguito delle conclusioni adottate dal Consiglio Europeo del 22 e 23 marzo scorso, in segno di solidarietà con il Regno Unito e in coordinamento con partner europei e alleati Nato, il ministero degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale ha notificato oggi la decisione di espellere dal territorio italiano entro una settimana due funzionari dell'ambasciata della Federazione russa a Roma accreditati in lista diplomatica".

Dunque anche quando ci si spara non una fucilata al ginocchio ma un'intera mitragliata, è un adeguarsi al pericolosissimo gioco del deep state americano (quello voglioso di far guerra alla Russia), dei suoi satelliti (Londra) e dei satelliti dei satelliti (inclusi noantri).

La ridicola messinscena Skripal ci ha appena fatti diventare un bersaglio delle armi russe. E la decisione di espellere due diplomatici (l'ultima sarà avvenuta forse in epoca fascista) l'ha presa un governo transitorio, che aveva tutto il diritto di rinviare la patata bollente al governo in formazione (peraltro eletto con una bizzarra legge elettorale calibrata per conservare la poltrona a certi soggetti). Eppure l'Austria è riuscita a non espellere nessuno:

https://www.maurizioblondet.it/le-decine-diplomatici-russi-espulsi-cosa-ce-dietro/


Tenetevi forte: le prime conseguenze saranno calcistiche:
Se le dichiarazioni dei politici avranno un seguito, l'incontro di stasera a Wembley tra Italia e Inghilterra, avrebbe il retrogusto di uno spareggio per accedere ai Mondiali in Russia, tra chi può, ma non vuole (i sudditi di sua Maestà) e chi vuole, ma non può (i nostri rabberciati Azzurri). Invece si tratta soltanto di un'amichevole. Da qui a giugno vedremo se la Londra politica calcherà la mano, oppure se il Mondiale resterà senza Italia e con l'Inghilterra...
https://it.sputniknews.com/opinioni/201803275822477-mondiali-inghilterra-italia-caso-skripal-boicottaggio/

lunedì 26 marzo 2018

brutte notizie: state pregando contro Bergoglio senza saperlo

Capita spesso di pregare, ad esempio alla fine del Santo Rosario, per le “intenzioni del Sommo Pontefice”. E a volte capita di domandarsi: di quale Pontefice? Di quali intenzioni? Non stiamo forse pregando per l’ecumenismo?

No. Le “intenzioni del Sommo Pontefice” sono, secondo la Tradizione:
  1. L’esaltazione della Chiesa, "e invece vado dal pastore Traettino"
  2. la propagazione della Fede,"Amoris Laetitia, magistero liquido"
  3. l’estirpazione delle eresie e degli scismi, "bacio i piedi a musulmani e negri"
  4. la conversione dei peccatori, "promosso Ricca allo IOR, incensando Scalfari",
  5. la pace e la concordia tra i Principi cristiani "riconoscimento della Chiesa patriottica cinese a danno di quella cattolica"
  6. e gli altri bisogni della Società Cristiana"liturgie ecumeniche, chi sono io per giudicare?, preti sposati, ecc."

https://www.radiospada.org/2018/03/cosa-si-intende-per-intenzioni-del-sommo-pontefice/


Ogni volta che aggiungete «per le intenzioni del Santo Padre» state pregando contro Bergoglio senza saperlo.

 

domenica 25 marzo 2018

né proteste, né mal di pancia


Don Antonio, rettore della chiesa del Gesù a Castellammare di Stabia (NA), celebra ogni domenica alle 10:30 la Messa tridentina per il gruppo stabile "San Pio V e San Pio X", e successivamente, alle 11:30, la Messa postconciliare.

Oggi, però, a causa della forma cantata, alle 11:45 aveva da poco terminato il Vangelo (foto sopra) per cui numerosi parrocchiani (non visibili nella foto) hanno loro malgrado assistito al rito preconciliare, taluni addirittura andando a fare la Comunione in ginocchio e alla bocca alla balaustra. Non risultano né proteste, né mal di pancia, né dispiaceri.


Il cartellone degli avvisi aveva infatti indicato la disponibilità di una Messa postconciliare alle 11:30 (in basso a sinistra), probabilmente per un qui pro quo del sagrestano rigorosamente postconciliare (si riconosce dal font di caratteri).

La chiesa è raggiungibile in sei minuti a piedi dalla stazione Circumvesuviana/EAV (orari) di Castellammare di Stabia (linea ferroviaria Napoli-Sorrento).

La prossima Messa tridentina è domenica 1° aprile (Pasqua), sempre alle 10:30.


sabato 24 marzo 2018

la De Mari rinviata a giudizio

La dittatura di Sodoma non conosce pietà né riposo:

https://www.silvanademaricommunity.it/2018/03/21/sono-appena-stata-rinviata-a-giudizio/


Citazione:
Noi checche rivoluzionarie sappiamo vedere nel bambino l’essere umano potenzialmente libero. Noi, sì, possiamo amare i bambini. Possiamo desiderarli eroticamente rispondendo alla loro voglia di Eros, possiamo cogliere a viso e a braccia aperte la sensualità inebriante che profondono, possiamo fare l’amore con loro. Per questo la pederastia è tanto duramente condannata: essa rivolge messaggi amorosi al bambino che la società invece, tramite la famiglia, traumatizza, educastra, nega, calando sul suo erotismo la griglia edipica”
(Mario Mieli, Elementi di critica omosessuale, Milano, Einaudi, 1977, pag. 55 nel pdf)

venerdì 23 marzo 2018

le fake dimissioni (e la "fusione" dell'Osservatore Romano)

Citazione:
...le fake dimissioni dopo la fake lettera testimoniano un tratto di governo poco simpatico. E qui veniamo allo stile obliquo di gestione del Pontefice. Abbiamo visto che quando un’istituzione aveva un capo che non gli piaceva o non era abbastanza ossequioso e ossequiente, il Pontefice lo aggirava, creando un N.2 che godeva del contatto diretto con lui. È un modello usato nella CEI quando c’era Bagnasco, alle Congregazione per la Fede quando c’era Müller, al Culto con Sarah; e sono solo tre esempi.
http://www.marcotosatti.com/2018/03/22/vigano-barros-e-lo-stile-di-governo-del-pontefice-regnante-leglise-cest-moi/


Tutta la cagnara su Skripal e gli sporchi giochetti dietro le quinte, quando i neocon americani e la perfida Albione ci stavano scatenando una guerra contro la Russia, neanche due settimane fa:

https://www.maurizioblondet.it/ora-mosca-sventato-la-guerra-cui-ci-portano-irresponsabili-capi-europei/

C'è sempre una Grande Esercitazione in corso durante ogni "attentato": https://www.maurizioblondet.it/skripal-false-flag-cera-esercitazione-corso/

Notate la faccia del tizio nello specchio: https://www.maurizioblondet.it/chi-ha-fatto-questa-foto/

martedì 20 marzo 2018

"quella bellezza inconcepibile e terribile che è propria della divinità"

La prova che la Messa in rito latino tradizionale è destinata a trionfare:

ho trovato il video di questa celebrazione di una Messa solenne da morto in suffragio di Mozart in cui hanno eseguito la sua Messa da Requiem. Fa impressione, in ogni senso: ha quella bellezza inconcepibile e terribile che è propria della divinità. Essa non potrà che trionfare:


Poznan (Polonia), celebrante p. B. Deneke (FSSP), 2002.

lunedì 19 marzo 2018

citazioni sparse

Citazione:
La CEI ha dato ordine al tutto il clero italiano – e lo so per certo, prova provata – per il PD. E i nostri ancora si preoccupano di apparire graditi proprio a coloro a cui sono più sgraditi.
https://www.radiospada.org/2018/03/elezioni4-the-day-after-m-viglione-commenta-le-politiche-2018/
(per farsi due risate: sul Fatto Quotidiano è comparso ieri un tragicomico articolo su un giovane piddino che ha spiegato con infuriata amarezza perché gli elettori piddini hanno votato grillino; vale la pena leggerlo per capire la "profondità" di vedute della Conferenza Episcopale Italiana che aveva dato ordine al clero di votare per il PD)
Ora muoveranno le pedine “moderate”, cioè i D’Alema, i Cuperlo e gli altri che sono da sempre sul loro libro paga. Una volta falliti questi tentativi (perché Renzi ha altri piani) gli USA muoveranno le loro truppe cammellate, cioè la magistratura italiana. E vedrete scomparire M5S, Grillo & co. in una gigantesca inchiesta modello Mani Pulite. Il finale è già scritto. Questo vi spiega come mai Travaglio sia così disperato: conosce bene le truppe cammellate americane, e sa che se si muovono finisce dentro anche lui. Mani Pulite non fa prigionieri.

(dal blog Böse Büro - L'ufficio malvagio è aperto)

Citazione:
Merita di essere sottolineato come queste rivoluzioni “liberali”, pur trovando terreno fertile nel mondo creato dalla “modernità” (il mondo operaio, l’università di massa, i circoli intellettuali di sinistra e cosmopoliti) non siano affatto spontanee ma, al contrario, accuratamente preparate. Dietro alle proteste del 1968 c’è un’attenta pianificazione logistico-organizzativa che, grazie ad una rete capillare di agenti e al massiccio investimento di fondi, consente di mobilitare gli studenti/operai e teleguidare le proteste: come sempre, è sufficiente una minoranza “di professionisti”, stipendiata e addestrata, perché la “massa” segua. L’aspetto più interessante, però, è che dietro al 1968, come peraltro dietro a tutte le altre rivoluzioni “liberali”, si nasconde anche una meticolosa preparazione “culturale”: sono cioè studiate in anticipo “le idee” che animeranno le proteste e, attraverso i media e la scuola, si predispongono le menti delle persone alla rivoluzione incombente.
http://federicodezzani.altervista.org/maggio-1968-rovesciare-de-gaulle-per-sabotare-lasse-parigi-mosca/


Citazione:
Nelle settimane scorse [il pittore] ha completato una tela intitolata sarcasticamente Amoris laetitia, proprio come l'ambigua esortazione apostolica. Sottotitolo e soggetto: San Giovanni Battista ammonisce l'adulterio di Erode Antipa ed Erodiade. Eccola qui la risposta ai Dubia: l'indissolubilità del matrimonio è fissata nel Vangelo e se la Chiesa vuole restare fedele alla Parola di Dio deve mettere in gioco l'osso del collo come fece San Giovanni.
https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2018/03/ecco-i-pittori-che-illustrano-i-dubbi.html

domenica 18 marzo 2018

un "compromesso" col vescovo pedofilo

Citazione:

Abusò di chierichetti e nipote. Condanna mite per l’arcivescovo di Guam 

“Colpevole di alcune delle accuse”. Dunque una condanna a metà (che lascia un po’ perplessi). [...]

Una sentenza di compromesso (la pena prevista per gli abusi sui minori è la riduzione allo stato laicale) conclude dunque “il processo canonico in relazione alle accuse, incluse quelle di abusi sessuali su minori” a carico del presule. [...]

Attualmente le difficoltà della Chiesa sull’isola di Guam sono aggravate da un conflitto che si è creato tra monsignor Byrnes e il Movimento Neocatecumenale, che sembra credere all’innocenza di Apuron ed è presente con diverse famiglie di missionari laici.
http://www.farodiroma.it/abuso-dei-chierichetti-e-del-nipote-condanna-blanda-per-larcivescovo-di-gauam-perde-lincarico-ma-non-lordine-sacro/

Testo della condanna (non menziona la pedofilia):

https://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2018/03/16/0201/00436.html#it

Vedi anche:

https://neocatecumenali.blogspot.it/2018/03/condannato-il-vescovo-pedofilo-neocatecumenale.html

venerdì 16 marzo 2018

Fratelli Maggiori Svedesi

In Svezia vogliono vietare nelle scuole ogni insegnamento religioso. La notizia sta nel fatto che le scuole ebraiche saranno esentate dal divieto perché "non ricadono nella categoria". Così, tanto per capire chi comanda in Svezia:

http://www.savemysweden.com/swedish-politicians-call-crack-islamic-schools/



Intanto i Fratelli Maggiori si lamentano che su Google appaiono «risultati antisemiti»: una Sorella Maggiore Svedese - incidentalmente in carica alla Commissione Svedese Contro l'Antisemitismo - viene accusata di "uccidere la libertà" e si lamenta che Youtube non ha rimosso immediatamente tale video:

http://www.israelnationalnews.com/News/News.aspx/242928



Piccolo promemoria storico sulla Svezia
(tradotto da un blog svedese):

La Svezia non è più una nazione di bianchi. Nessuno sa quanti immigrati vivano in Svezia perché registri e statistiche, per motivi di antirazzismo, non possono contenere indicazioni "etniche". Si stima che la popolazione di "non bianchi" arrivi al 17-25% della popolazione totale. Nelle principali città (Stoccolma, Gothenburg, Malmö) i "non bianchi" sono più del 40%, e nel caso di Malmö sono addirittura la maggioranza, oltre il 60%. Non a caso quest'ultima città è diventata una zona di guerra di bande "etniche", stupri, assassini. Gli standard scolastici stanno calando drasticamente - poiché i "non bianchi" impongono gli standard.

Nel 1963 la Svezia contò un totale di otto omicidi su una popolazione di 7 milioni di abitanti, il più basso tasso di omicidi nella storia di nazioni con almeno un milione di abitanti. Oggi si registrano in Svezia centinaia di omicidi l'anno, l'80% dei quali commesso da "non bianchi". Nel frattempo il tasso di fecondità è calato ulteriormente, e continuano ad arrivare qui centinaia di migliaia di migranti l'anno.

Come è potuto succedere tutto questo?

Tutto è cominciato nel 1964 quando David Schwarz, un Sopravvissuto dell'Olocausto, pubblicò un articolo su DN (Dagens Nyheter, quotidiano svedese) per auspicare una politica più tollerante verso gli stranieri. Essendo amico di Olof Palme (in carriera politica, diverrà primo ministro nel 1969) ne divenne consigliere e lo guiderà, nel 1973-1975, a dichiarare la Svezia una società multiculturale.

I cinque più grandi quotidiani svedesi sono controllati da tre conglomerati (che operano come aziende familiari): la famiglia ebraica Bonnier (che controlla DN, Expressen, Sydsvenska Dagbladet, GT, Dagens Industri), la famiglia ebraica Hjörne, che possiede praticamente tutti i giornali a distribuzione locale; e infine il conglomerato Schibstedt, che è controllato dalla banca ebraica Goldman-Sachs.

La rete televisiva svedese SVT, di proprietà dello stato e sostenuta dai contribuenti, ufficialmente "imparziale", promuove invece la stessa mentalità progressista e anti-bianchi degli altri media svedesi. La seconda rete televisiva, TV4, apparteneva fino a pochi anni fa ai menzionati Bonnier e aveva come capo esecutivo l'ebreo Jan Scherman. La pubblicazione politica più antirazzista, Expo, era stata fondata da comunisti ed estremisti di sinistra, uno dei quali era il presentatore televisivo ebreo Robert Aschberg, nipote di uno dei banchieri ebraico-svedesi che finanziarono la rivoluzione bolscevica in Russia e che furono ricompensati con materiale saccheggiato da chiese russe quando gli ebrei le devastarono dopo aver dichiarato illegale la religione.

Di fronte a tutto questo la risposta degli svedesi bianchi è quella di star lontani, per quanto possibile, dai non bianchi, o addirittura votare il Partito Femminista alle elezioni europee - un partito che vuole abolire la nazione e i suoi confini, eliminare l'esercito, e obbligare le quote etniche in tutti gli aspetti della società. Sono abbastanza vecchio da ricordare quando questa nazione era fatta di bianchi, e da riconoscere che non c'è più speranza.
(9 agosto 2014)

martedì 13 marzo 2018

Ratzinger imbarazza i conservatori

Dedicato a tutti i cattoconservatori che disperatamente si illudevano di smarcarsi dal gesuitismo gesuitogeno bergoglione:
La teologia di papa Francesco esiste eccome. Parola di Benedetto XVI, per il quale l'attuale Pontefice «Ã¨ un uomo di profonda formazione filosofica e teologica» [e i cinque volumi della collana La Teologia Di Papa Francesco] «aiutano perciò a vedere la continuità interiore tra i due pontificati...»
https://www.avvenire.it/chiesa/pagine/ratzinger-papa-benedetto-su-papa-francesco


Aggiornamento: pezza a colori di Tosatti, che precisa ma non smentisce:

http://www.marcotosatti.com/2018/03/13/messaggio-di-bxvi-stolto-e-proprio-strano-riflessioni-fuori-dal-coro-degli-osanna-di-corte/


Vedi anche:

https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2018/03/si-e-ipotizzato-di-tutto-vera-falsa.html


Sono sì parole sue, beh, però, dai, gli sono state estorte...

https://cronicasdepapafrancisco.com/2018/03/13/complimenti-a-vigano-per-la-pessima-figura/


...e anche la foto della lettera era stata malamente photoshoppata in modo che non si vedessero due righe dell'ultimo paragrafo. Il Timone scrive un articolo trionfale ma evita di chiedersi perché mai Ratzinger non sia limitato a scrivere nella lettera "Grazie per il dono dei libri ma impegni presenti e futuri mi impediscono di leggerli".

http://www.iltimone.org/news-timone/il-vaticano-ammette-di-aver-manipolato-la-foto-della-lettera-di-benedetto-xvi/


Prendete le vedove di Benedetto XVI. A cinque anni dalle D-I-M-I-S-S-I-O-N-I, sono convinte che se il mondo non è ancora finito nella geenna lo si debba a colui che veglia nelle emerite stanze. E ogni notizia in proposito porta nei loro tinelli, a seconda dei casi, un brivido di piacere o un moto rabbia. Quasi sempre un moto di rabbia, bisogna riconoscere, come quello procurato nei giorni scorsi dalla “clamorosa” lettera in cui il Papa Emerito avalla la statura teologica del Regnante e proclama la continuità dei due pontificati.
https://www.riscossacristiana.it/questo-papa-emerito-non-mi-piace-di-alessandro-gnocchi/

sabato 10 marzo 2018

varie dal mondo

Notizie dalla dittatura della politically correctness: un dipendente della catena di alberghi Marriott (con stipendio a 14 dollari l'ora per gestire la presenza aziendale sui social network) mette un "Like" su Facebook riguardo allo stato del Tibet e perciò viene licenziato:

https://archive.fo/08eBK 
(pagina del Wall Street Journal, ma su Archive perché il WSJ in meno di 24 ore toglie l'articolo e lo lascia visibile solo agli abbonati paganti)


Gli sbarchi illegali dei clandestini migranti che vogliono invadere l'Italia erano miracolosamente scomparsi dai media durante la campagna elettorale, grazie alla cretineria di coloro che pensano che siccome il reddito occidentale è più alto di quello del terzomondo, allora il terzomondo deve confluire qui in modo da avere lo stesso alto reddito (geniale, eh?):

http://www.reportdifesa.it/niente-barconi-giorni-attesa-parafrasando-sieferle/


Dal genderismo ideologico alle nuove mode di farsi amputare arti: c'è gente che si strugge a cercare nuovi modi per rincitrullire (e naturalmente ogni volta nasce l'apposito mercato per accontentarli):

https://www.maurizioblondet.it/gender-modi-nuovi-diventare-matti/


Simpatico videogiochino: "Testimon di Geov Simulator 2018", scritto da un ex testimone di Geova viennese. Nel giochino si impersona un ragazzo testimone di geova che cerca di diffondere la Parola nel vicinato, scansando le domande imbarazzanti:

https://m3g1dd0.itch.io/jwsim2018


I media globali, dal Washington Post ad Haaretz, delirano tanto all’idea che 50 italiani su cento hanno votato “contro” l’ordine globale, da avervi visto la vittoria di Putin. Non avverrà: i precisi progetti di Bagnai e Borghi, non avranno possibilità di attuarsi.

venerdì 9 marzo 2018

involontario elogio della dottrina sociale della Chiesa


«L'unica cosa che forma il carattere è il duro lavoro. Il tuo successo devi guadagnartelo, non elemosinarlo! Non intendo dare i miei soldi a qualche scroccone!».

"Sono totalmente d'accordo. Mettiamo fuori legge l'eredità!"

 «Che?!»

"È l'ultimo residuato del feudalesimo! La ricchezza non dovrebbe essere determinata dalla parentela! Tutti dovrebbero partire da zero, così da avere un popolo di uomini di carattere!!"

 «Un momento... Se divento ricco, dovrei avere il diritto di lasciare la ricchezza ai miei familiari.»

"Perché? Per viziarli? Tu stesso hai detto: nessuno merita ciò che non ha guadagnato! Ed io aggiungo: hai tempo fino alla morte per donare la tua ricchezza a una qualsiasi opera caritativa di tuo gradimento... ma una volta morto, qualsiasi rimanenza deve andare in un fondo nazionale di sostenimento del debito degli studenti e pagamento delle cure mediche. Aiuta i tuoi concittadini che partono da zero, di modo che possano avere un trattamento equo nella nostra gloriosa meritocrazia!
Se avessi pensato che eri serio riguardo al rigore intellettuale dei tuoi ideali, avrei controbattuto indipendentemente dalle mie opinioni personali ma partendo dal mio desiderio maniacale di dimostrare che gli altri sbagliano.
Ma non penso che qualcuno veramente abbia degli ideali. Ciò che noi abbiamo è solo un groviglio di opinioni su misura che scivolano le une addosso alle altre cercando la posizione più favorevole, come un secchio da venti litri pieno di lombrichi."

«Spero che la durezza del lavoro dei miei dipendenti sia almeno metà di quella della tua metafora».



---
Nota: i riferimenti sono a due note piaghe degli USA, dove gli studenti ordinariamente contraggono debiti per laurearsi (43 milioni di indebitati per un totale di 1400 miliardi di dollari - in media 32-33000$ a testa -, cioè il 7,5% del PIL americano; la facilità di accesso al debito ha fatto salire alle stelle le rette universitarie trasformando i college in villaggi vacanze con ogni sorta di attività sportive e passatempi vari) e debiti per le cure mediche (prima causa di bancarotta personale e motivo principale per cui evitano di curarsi).

giovedì 8 marzo 2018

azioni di guerriglia in tempo di regime bergogliano ... per smascherarne l'ipocrisia!


bisognerebbe organizzare gruppi di persone che vadano nelle parrocchie rette da parroci notoriamente bergogliani a prenotare decine di Messe senza dare un euro ... e vedere come reagiscono i preti ... se si rifiutano ricordare loro le parole dell'amato Papa!!! Filmando, ovviamente, il tutto così da sputtanare (chiedo venia per il francesismo) gli eventuali parroci bergogliani a parole ma non se si tratta di soldi!!!

mercoledì 7 marzo 2018

varie dalla Chiesa

Continua senza sosta la fusione-decadenza di Cielle in Azione Cattolica: la dirigenza ciellina ha timore di intaccare i princìpi non negoziabili degli abortisti:

http://www.sabinopaciolla.com/referendum-irlandese-il-volantino-di-cl-e-cio-che-abbiamo-di-piu-caro/


Per la serie "credevo di mandare un SMS e invece era un tweet": tragicomica gaffe del vescovo Joe Tobin, che scrive "baby I love you" (non si capisce bene se è un baby maschio o femmina), e due ore dopo in fretta e furia cancella il tweet dal suo pubblico Twitter e frettolosamente farfuglia che era hurr durr indirizzato a mia sorella oops ehm uh gné gnè reeee hurr durr:

https://callmejorgebergoglio.blogspot.com/2018/02/cardinal-tobin-sends-his-love-to-baby.html


Francescano dell'Immacolata ha qualcosa da ridire contro l'ingenua moda dell'onni-infallibilismo fideista che tuttora serpeggia tra i kattolici "senza se e senza ma":

https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2018/03/p-paolo-siano-papa-obbedienzainfallibil.html


Riepilogo: "a marzo festeggiamo solo san Giuseppe":

https://cronicasdepapafrancisco.com/2018/03/03/i-mille-volti-di-un-bergoglio-a-tipicamente-pontefice/

giovedì 1 marzo 2018

autoritarismo di Fellay (toh, che sorpresa)

Quando l'autorevolezza svanisce, viene sostituita dall'autoritarismo:
...il dito puntato dello stesso Mons. Fellay che oggi reclama con forza: «lealtà, lealtà, io voglio lealtà» (sic!).
Da tempo Fellay è indistinguibile dal tipico vescovo postconciliare che nega le ordinazioni a coloro che pur ritenendo adatti considera antipatici.

È indistinguibile da un qualsiasi superiore di comunità postconciliare che prima rinvia sine die le ordinazioni, e poi aspetta che le vittime si stufino di aspettare e vadano via "spontaneamente", in modo da incolparle lavandosene le mani («vedete, l’avevamo detto, sono loro che hanno rotto»).

http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV2384_Lassale_Mezingen_rifiuta_ordinazioni%20a%20Morgon.html


C'è da aspettarsi che il suo successore (già deciso dietro le quinte) sia altrettanto indistinguibile (avrà preparato anche la camicia-clergy con apposito taschino nascondi-croce?).