venerdì 30 agosto 2013

perché parlo ancora dei FFI

Le vicende dei Frati Francescani dell'Immacolata lasciano sbigottite le tifoserie dei catto-ottimisti che infatti rifuggono ogni discussione coi soliti slogan: nulla avviene a caso, lo Spirito Santo sistemerà tutto: come se i peccati umani fossero irrinunciabili strumenti dello Spirito, come se lo Spirito fosse una bacchetta magica.

Lo scopo è di "normalizzarli" al vaticansecondismo e di azzerare (o almeno ridurre all'irrilevanza) la Messa "tridentina":

http://fidesetforma.blogspot.it/2013/08/i-francescani-dellimmacolata-e.html


Perché parlo sempre di loro? Per rispondere a tutti quelli che mi hanno apostrofato con "esagerato, ma dai, vedi tutto nero, ma dai, esagerato" in questi ultimi decenni.

Infatti stiamo vedendo chiaramente in azione contro di loro tutti i meccanismi persecutori applicati contro chiunque abbia anche solo vaghe simpatie per la liturgia tradizionale:

http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2013/08/fi-messaggio-del-commissario-apostolico.html


Addomesticato dai poteri forti, nel 1769 un "papa Francescano" soppresse l'ordine dei Gesuiti, che all'epoca erano ancora cattolici, e cattolici fino al midollo. Vent'anni dopo arrivò il "premio": la Rivoluzione francese, sostanzialmente anticattolica.

Nel 2013 sotto un "papa Gesuita" si lavora alacremente per sopprimere l'istituto dei Francescani dell'Immacolata. Non oso immaginare quale sarà il "premio":

http://www.corrispondenzaromana.it/sint-ut-sunt-aut-non-sint/

Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.