mercoledì 5 giugno 2013

don Ariel si autocandida a Prefetto della Congregazione per l’Educazione Cattolica

Dall'ultimo articolo di don Ariel:

http://www.papalepapale.com/develop/dopo-i-porno-funerali-di-gallo-autopsia-di-una-chiesa-suicida-nella-persona-di-bagnasco-angelo/

L'articolo è stato riportato anche su Unavox con diverse altre foto (per cui: clicca anche qui!):

http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV516_Autopsia_Chiesa_suicida.html


Qualche citazione di assaggio (l'articolo è lungo ma vale la pena leggerlo tutto):
...la nostra grazia di stato ci permette di separare l’uomo dall’ufficio apostolico che è chiamato a ricoprire, accettando e facendo nostra la sfida che spesso si pone dinanzi a noi: obbedire in coscienza e libertà anche le diverse mezze figure che popolano il collegio episcopale...

...Capisco che per essere degnati di attenzione da un cardinale, di questi tempi bisogna essere un rabbino ebreo o un imam mussulmano, perché in tal caso le risposte giungono subito, amabili, ecumeniche e interreligiose...

...“Stupendo” il commiato del cabarettista ebreo Moni Ovadia, agnostico dichiarato e orgoglioso che non crede nella religione propria e tanto meno in quella degli altri. Un Ovadia affetto da evidenti corti circuiti psicoanalitici dati dal fatto che da una parte si proclama agnostico e dall’altra mangia cibo kasher, anzi glatt kosher. Grottesco oltre ogni limite, quando riferendosi al defunto ci ha rassicurato: «Sono ebreo e agnostico ma secondo me il Gallo risorge»... «Andrea» — ha detto l’Ovadia con demenziale serietà — «riusciva a essere uno e trino»...

...La vera vergogna è stato tutto ciò che di ovattato, di untuoso e di cosparso d’olio di vaselina hanno scritto l’Osservatore Romano diretto da Giovanni Maria Vian e l’Avvenire diretto da Marco Tarquinio, che sul giornale dei Vescovi d’Italia lascia pontificare quel piccolo eresiarca di Enzo Bianchi...

… questa somma di vergogne si edificano su una tragica realtà: viviamo in una Chiesa ridotta ormai alla totale inversione, dove il bene diventa male e il male bene, l’eterodossia ortodossia e l’ortodossia eterodossia da condannare e da perseguitare...

...ho vissuto come un vero colpo basso quella processione filmata di preti “trasgressivi … fuori dal coro … disobbedienti … progressivi … arcobalenisti … filocomunisti …” capitanati da quell’altro notorio squallore sociologico-demagogico di Luigi Ciotti...

...Se a calarsi le brache e a presiedere questo teatro funerario porcino è stato il presidente dei Vescovi d’Italia, figurarsi gli altri nostri vescovi!...

... posto che queste persone [i trans], notoriamente strapiene di un ego narcisista, disordinato e orgoglioso, aggressive oltre ogni umano limite verso chiunque osi non pensarla come loro, pare non abbiano chiaro che essa procede da Cristo e che la vera Chiesa è quella di Cristo, non certo quella “di base … di piazza … alternativa … disobbediente … arcobalenista”...

...Forse, a questo punto, al Cardinale Angelo Bagnasco non resta che andare a celebrare un solenne pontificale direttamente al Gay Village con Luxuria che fa da madrina alla manifestazione con tutte le accoglienti transgender travestite da agnellini rosa...

...Tutti quanti sappiamo bene che genere di mestiere svolgeva la pubblica peccatrice pentita e perdonata [Lc, 7, 36-50] che bagnò con le proprie lacrime i piedi del Signore, asciugandoli coi propri capelli e cospargendoli col prezioso olio profumato contenuto nel suo vaso di alabastro. Ma sappiamo anche che dopo quell’incontro e quel pianto sui piedi del Redentore, cambiò mestiere e vita. Non divenne certo paladina e ideologa pre-cristiana dell’associazione delle libere prostitute per la liberalizzazione e la legalizzazione del meretricio nel nome del Cristo risorto accogliente, caritatevole e misericordioso...

...Valutando infatti quanto il carrierismo e i carrieristi siano oggi in voga nella Chiesa, vorrei propormi come prossimo Prefetto della Congregazione per l’Educazione Cattolica, perché se il Rev. Gallo è promosso e proposto in lettura direttamente dentro l’Università del Romano Pontefice, per un principio di proporzioni e soprattutto di aequitas, io che il deposito della fede cattolica e l’obbedienza al Magistero della Chiesa lo difendo, lo porto avanti e lo trasmetto al Popolo di Dio, pagando non di rado il doloroso prezzo di persecuzioni interne dalle quali nessuna Eccellente ed Eminente persona mi ha mai difeso, fuori d’ogni ragionevole dubbio merito il posto del Cardinale Zenon Grocholewski che sta per compiere ormai 75 anni...

1 commento:

  1. É stato tradotto allo spagnolo:

    http://in-exspectatione.blogspot.com.ar/2013/06/la-vina-devastada-y-el-sueno-plumbeo-de.html

    RispondiElimina

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.