martedì 30 luglio 2013

eh, già: sentire cum "quale" Ecclesia?

Parole del padre "commissario": per sentire cum Ecclesia bisogna togliere di mezzo la Messa tradizionale in latino:

http://blog.messainlatino.it/2013/07/blog-post_29.html


Ah, il gravissimo "peccato" dei Francescani dell'Immacolata: celebrare la Messa tradizionale in latino oltre che quella in italiano...

Dopo tanta cagnara fatta per dirci che sono due forme dello stesso Rito, si finisce sempre per proibire la forma straordinaria. È una vera e propria guerra.


Commento di Enrico, improvvisamente risvegliatosi dal letargo:
quei Francescani che non piacciono a Papa Francesco:

http://blog.messainlatino.it/2013/07/la-miserevole-storia-dei-francescani.html


La risposta ubbidiente dei Francescani dell'Immacolata non si fa aspettare: addirittura giustificano i loro persecutori (la "perfetta letizia", caro mio!), dicendo che la guerra alla Messa tridentina sarebbe solo "speculazione giornalistica" e che il provvedimento in questione sarebbe solo consistente in "restrizioni specifiche per un caso specifico":

http://maryvictrix.com/2013/07/29/the-fis-and-pope-francis/


La "perfetta letizia" arriva addirittura al comico: un altro padre francescano dell'Immacolata dice che «il Papa non ci ha proibito la Messa tradizionale, ci ha solo comandato di usare normalmente quella Novus Ordo»:

http://absoluteprimacyofchrist.org/pope-francis-franciscans-of-the-immaculate-vetus-ordo/

(nello stesso articolo ammette a denti stretti che il Summorum Pontificum ha creato divisioni forti nei FFI: da un lato "troppo zelo" e dall'altro "troppa resistenza"... chissà perché non si è ricordato delle parole di Nostro Signore: «credete forse che io sia venuto a portare la pace? non la pace, ma la spada!»)


Io capisco che un francescano serio è capace di benedire la mano che ingiustamente lo colpisce, ma le severe restrizioni alla Messa tridentina non possono essere interpretate in altro modo che severe restrizioni alla Messa tridentina, da oggi in poi applicabilissime a numerosi altri casi "specifici" e "non specifici".

Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.