martedì 6 febbraio 2018

promemoria sul totalitarismo vigente

Dunque, un negro uccide e squarta una ragazzetta italiana per riti voodoo:


...e intanto, per pura coincidenza temporale spunta uno sparacchiatore solitario a monopolizzare le pagine di cronaca, e del negrone (che ironicamente si chiama Innocent) non ne parla più nessuno (sono infatti tutti impegnati a dare addosso a Salvini):

https://www.maurizioblondet.it/fossimo-usa-perfetto-solitary-assassin/

Le femministe ovviamente tacciono, poiché il negrone assassino non è né bianco né cattolico.

p.s.: leggo in un forum la lamentela di un tizio: "Mi piacciono i libri che trattano di storia e ne ho tanti (solo libri, niente gadget), ma cosa mi succederà se la vicina di casa smarrisce il gatto e la polizia di passaggio nota per caso che nello scaffale ho anch'io una copia del Mein Kampf?"

Citazione:
Se un italiano uccide una donna e’ femminicidio, ma se una ragazza viene uccisa e tagliata a pezzi da un negro per riti voodoo e’ un generico “delitto”. Come mai quasi nessuno ha gridato al “femminicidio”? Dov’e’ la Boldrini quando serve?

Aggiornamento:

https://www.maurizioblondet.it/rassegna-stampa-nigeriano-innocent-fascista-colpevole-qualche-commento-interpolato/

Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.