lunedì 5 febbraio 2018

americanate

Dato che l'agenda morale ce la facciamo dettare dagli americani, vale la pena osservarli per sapere cosa succederà in pochi anni anche in Italia:

Durante una trasmissione televisiva il sindaco di Oklahoma chiede per i pedofili gli stessi diritti dei gay - testualmente: "se l'omosessualità è OK, allora lo è anche la pedofilia":

http://www.redpilledfrogs.com/2017/12/oklahoma-city-mayor-demands-rights-for.html


Dopo l'americana Merck (già nota alle cronache per una multa miliardaria nel 2011 per frode), anche l'americana Pfizer (già nota alle cronache per aver commesso, per sua stessa ammissione, la più grande frode nella storia della sanità) - "ufficialmente" non trova "risultati" contro Alzheimer e Parkinson (tanto più che il mercato dell'eutanasia è in piena espansione) e preferisce concentrarsi sul Viagra:

http://www.lanuovabq.it/it/la-scienza-si-arrende-mentre-leutanasia-dilaga


Mi sono sempre lamentato che a Roma gli appartamenti nei pressi di una fermata della metropolitana avevano affitti pazzeschi (rispetto ai costi di affitto già esagerati anche in estrema periferia fuori raccordo anulare). Per cui non posso che notare sgomento l'ultima americanata: a New York, dove vige quello stesso tipo di speculazione, le aziende di trasporti ora possono tassare le abitazioni nei pressi delle fermate della metropolitana. Quello che era divenuto un abuso si trasforma dunque in legge, e come ogni moda americana ne pagheremo le conseguenze anche noi (e no, non ci credo che quella tassa "migliorerà i servizi", visto che ogni volta che è aumentato i costi dei biglietti dei mezzi pubblici il "servizio" non è mai migliorato):

https://www.nytimes.com/2018/01/29/nyregion/subway-real-estate-nyc.html

Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.