giovedì 18 ottobre 2012

il papabile cardinal Meforio

Dieci anni fa mi beccai un cazziatone da sua eccellenza monsignor vescovo perché gli avevo segnalato un articolo del pavonazzo intitolato "Non è risorto, si è innalzato". Sua eccellenza, improvvisamente vigoroso, mi obiettava che doveva essere un titolo "redazionale". Che però fino ad oggi il diretto interessato non ha mai smentito.

Ora leggiamo che il pavonazzo cardinal Meforio (che a furia di darsi per papabile sembra esserlo diventato davvero) nel 2005, sette anni fa, quando era ancora un semplice sacerdote, stava per diventare vescovo di Assisi, ma:

«...a far accantonare la sua candidatura contribuì un suo articolo pubblicato sul "Sole 24 Ore" del 31 marzo 2002 in occasione della Pasqua, che durante la discussione fu mostrato ai presenti. Più che il testo fu il titolo dato dal giornale all'articolo, con riferimento a Gesù, “Non è risorto, si è innalzato”, a provocare il pollice verso della congregazione [dei vescovi].

Ravasi infatti era da tempo sotto sospetto, a Roma, per la sua esegesi ritenuta troppo debitrice alle
teorie demitizzanti del protestante Rudolf Bultmann...»

Il cardinal Meforio «...prende il Santo Padre, lo cita finché vuole e poi finisce col dire il contrario...»

Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.