venerdì 10 luglio 2015

più che omofobia è omomania (di persecuzione)

That's incredible: parroco di Arosio dice che «l'ideologia gender è più pericolosa dell'ISIS» e a fine messa un fedele omosessuale, infuriato per la neobestemmia, «chiede spiegazioni»:

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/como-prete-messa-lideologia-gay-peggio-dellisis-1102861.html


That's very incredible: la Cuccarini (sic!) aggredita e insultata come «omofoba» perché non ha disprezzato il già squinternato (e ormai dimenticato) Family Day di venti giorni fa:

http://www.lorellacuccarini.it/per-i-violenti/


Promemoria tecnico:
Nel nono capitolo della prima lettera ai Corinti si enumerano i vari tipi di peccato che ci condurranno in perdizione. A proposito della sodomia dice Paolo: "non possederanno il Regno di Dio [nemmeno] gli effeminati e i sodomiti". San Paolo, sempre divinamente ispirato, chiamava le cose con il loro nome. Cosi' il testo latino dice "neque molles neque masculorum concubitores", che traduce letteralmente il greco. Terminologia precisa dell'epoca: per i Romani il "mollis" era quello che faceva la parte della donna, il "masculorum concubitor", invece, l'attivo nel rapporto, il pederasta, colui che sodomizzava. Precisazione necessaria poiche' nella mentalita' comune si tendeva a considerare omo solo il mollis. Invece il peccato era il medesimo per tutti e due, fa capire con estrema chiarezza s. Paolo. Non ci poteva essere differenza, la "turpitudine" della cosa coinvolgeva perfettamente entrambi. Qui s. Paolo non parla delle lesbiche. Ne parla pero' nel celebre passo della Lettera ai Romani quando rileva che, venendo meno la fede in Dio, Dio abbandona gli uomini, che si credono sapienti, alla "stultitia", onde cadono nelle passioni piu' perverse, nell'"immondizia" di "passioni turpi". Infatti, "le loro donne hanno cambiato l'uso naturale, in quello che e' contro natura e gli uomini pure, etc." (Rm 1, 24 ss.).
"Ne' fornicatori, ne' idolatri, ne' adulteri, ne' effeminati, ne' sodomiti, ne' ladri, ne'avari, ne' ubriaconi, ne' maldicenti, ne'rapitori saranno eredi del Regno di Dio. E tali eravate alcuni di voi, ma siete stati lavati, ma siete stati santificati, ma siete stati giustificati nel nome del Signore Gesu' Cristo e mediante lo Spirito del nostro Dio" (1 Cr 6, 10-11).

Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.