sabato 10 gennaio 2015

tragicomico: perfino Avvenire dice che Benedetto XVI è stato "spinto alla rinuncia"

...a pagina 2 del giornale dei vescovi [Avvenire del 7 gennaio 2015] si poteva leggere, testualmente, che ci sono stati “ambienti che, per i soliti motivi di potere e sopraffazione, hanno tradito e congiurato per eliminare papa Ratzinger, pur riconosciuto ‘fine teologo’, e l’hanno spinto alla rinuncia”.
http://www.antoniosocci.com/2015/01/segreti-vaticani-il-giornale-dei-vescovi-avvenire-rivela-che-e-stata-una-congiura-a-spingere-ratzinger-alle-dimissioni-ora-chiariscano-anche-perche-se-e/

Probabilmente l’eccesso di zelo di Tarquinio, nel voler mostrare a qualche potente salotto curiale la sua avversità a Messori, lo ha fatto scivolare su una buccia di banana.

Il diavolo, si sa, fa le pentole, ma non i coperchi. E ora ci troviamo con un giornale della Cei che afferma a chiare lettere che Benedetto XVI si è dimesso a seguito di un “tradimento” e di una “congiura” e che oggi nella Chiesa è in atto uno “scontro di potere”. Provi Tarquinio a metterci un coperchio.

Mentre il direttore Tarquinio è alla ricerca di un coperchio, segnaliamo un'altra notizia:

http://radiospada.org/2015/01/liberta-tutti-costi-charlie-e-altre-boiate-affini/

Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.