domenica 14 dicembre 2014

nel grande come nel piccolo

Nel piccolo come nel grande:

nel piccolo - c'è l'assemblea interparrocchiale di tutti i capigruppo, che di quando in quando si riunisce e discute (discute, discute, discute: non si sa di cosa, ma discute)... ogni capogruppo di parrocchia (animatore, o altra carica della nobiltà foraniale) deve contribuire, se può, pagando una certa quota.

nel grande - c'è l'assemblea dei superiori maggiori degli ordini religiosi (CISM, UISM), che di quando in quando si riunisce e discute (discute, discute, discute: non si sa di cosa, ma discute)... ogni superiore religioso deve contribuire, se può, pagando una certa quota (ehm, dicono che la quota chiesta a p.Manelli era... di 5.300€ al mese!)

Ovviamente, nel gergo chiesastico, il "se può" non significa facoltativo ma significa obbligatorio anche se si dichiara facoltativo.

Così il nostro baldo giovanotto (che già va controvoglia alla noiosissima Riunione Interparrocchiale) sente ogni volta tanti strani discorsi sul pagare la quota, pagare la retta, pagare la tassa, contribuire, rispettare gli altri... (come quando si parla a nuora perché suocera intenda). In parole povere, in breve trovano il modo di fargliela pagare cara.

Il nostro baldo padre Manelli non solo non pagava la "quota" (ufficialmente solo "facoltativa"), ma addirittura non andava neppure alle riunioni!

Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.