martedì 23 dicembre 2014

frutti galantini del Novus Ordo

Misteri della "fede": il professor Galantino celebra la Messa di Natale (con una settimana di anticipo) sul tavolone della redazione, con il solo equipaggiamento di calici di terracotta e lampada in tema terracottaro:


A parte che non vedo che bisogno ci sia che per delle persone, che si suppongono cattoliche, si celebri una Messa di Natale prima del 25 dicembre [forse perché quel giorno a Messa non ci vanno?], mi sembra davvero diseducativo offrire ai lettori di Avvenire quello “spettacolo” di una Messa celebrata non su un altare per quanto “improvvisato”, ma su un tavolo delle riunioni di amministrazione e di redazione del giornale, senza tovaglia, senza crocifisso, senza alcun segno e alcun senso del sacro, in barba a tutte le norme liturgiche pre- e post-conciliari.
http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV1066_A-Nonim_Natale_fuori_luogo.html

2 commenti:

  1. Vergogna Galantino! Il disprezzo della sacra liturgia è disprezzo del mistero di Cristo.
    Un vescovo non può arrivare a questi livelli!

    RispondiElimina
  2. Messa di Natale con i paramenti viola??? Spero sia stata l'ultima di Avvento, il che non toglie comunque lo squallore infinito.

    RispondiElimina

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.