sabato 27 aprile 2013

messalino latino-giapponese (e altri articoli)


E' stato appena ristampato, a cura di Una Voce Japan, il messalino latino-giapponese per seguire la Messa Tridentina. L'originale è degli anni Cinquanta.

http://www.newliturgicalmovement.org/2013/04/usus-antiqiuor-in-japan-latin-japanese.html


Dossier: la verità sulle Case Magdalene, alla faccia di chi fa i film per denigrare la Chiesa:

http://www.uccronline.it/2010/04/23/la-verita-sulle-case-magdalene-in-irlanda/


Citazione:
Anzi, vista l’unanime attitudine a leggere questo inizio di pontificato all’insegna di contraddizioni che non infastidiscono neppure quei cervelli cattolici che regnante Benedetto XVI tanto amavano il rigore della ragione, forse è giunto il momento di parlare della dura legge del clerical-pop. Un fenomeno nuovo di zecca che, quanto a sberleffi al principio di non-contraddizione, non è secondo ad altri. Per fare solo un esempio, basta pensare a quella folta schiera di conservatori che nel 2005 si sentirono al settimo cielo perché era stato eletto Joseph Ratzinger al posto di Jorge Mario Bergoglio e ora sono al settimo cielo perché c'è Jorge Mario Bergoglio al posto di Joseph Ratzinger.

E se qualcuno fa tanto di analizzare l’inedito unanimismo che presiede a tali contraddizioni gli viene subito opposto l’inossidabile argomento dell’assistenza dello Spirito Santo durante il Conclave. Che però, brandito così malamente e senza giudizio, non spiega perché tale unanimismo sia, appunto, inedito.
...
...si scopre che cattolici e non cattolici hanno negli occhi le stesse immagini e sulla bocca le stesse parole d'ordine...
...
L’effetto più interessante di tale fenomeno sta nella corsa affannosa ad attribuire un proprio significato ai gesti e alle parole di Papa Francesco illudendosi di escludere tutte quelle antagoniste. Ma in tal modo, poiché si lavora solo sull’immagine e non sulla realtà, si sta solo partecipando alla realizzazione di un’opera collettiva. Chi pensa di fornire una propria esclusiva interpretazione del fenomeno pop per appropriarsene non fa altro che aggiungere la propria pennellata di colore a un’immagine ben più forte della somma di tutte le pennellate.
...
Una breve indagine tra parrocchie, oratori, associazioni e movimenti mostrerebbe che ogni singolo fedele ha una propria immagine del Papa. E, se si andasse a fondo, si scoprirebbe, che il collante di questa grande ola è un vago sentimento, poco più che elementare molto, troppo, anteriore a fede, dottrina e morale.
Eppure, la pratica del cattolicesimo ha sempre richiesto l’esercizio dell’intelletto e della volontà.
Il resto è su http://blog.messainlatino.it/2013/04/un-storia-clerical-pop-tra.html

Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.