venerdì 14 dicembre 2012

una moschea per gay e trans

Qualche fuoriuscito della "organizzazione pseudo-buddista" Soka-Gakkai parla di "comportamento stile mafia" in un sito web in cui denuncia le "false dottrine" e le "risposte da cercopitechi" tipo: "tu hai il Karma negativo":

http://www.noallasokagakkai.eu/


Ecco l'imperdonabile peccato di un docente di religione: "il catechismo di san Pio X". Ma il suo vescovo, tale Zenti, «ha sistemato tutto», licenziandolo mentre era in ferie (anche se il vero mandante per ora resta ancora nell'ombra):

http://www.miliziadisanmichelearcangelo.org/content/view/2999/1/lang,it/


Grande notizia: «Arriva a Parigi la prima moschea europea aperta a omosessuali e trans. L'idea è di un giovane franco-algerino gay, Ludovic-Mohammed Zahed, 35 anni, dottore in antropologia e psicologia, fondatore dell'Associazione degli Omosessuali musulmani di Francia che milita per un «islam aperto».
La sala di preghiera si trova nella proprietà di un monaco buddista gay nei pressi del parco di Vincennes, alle porte della città, in Val-de-Marne.
L'indirizzo del luogo è tenuto segreto per paura di rappresaglie e la prima celebrazione religiosa avrà luogo questa sera
[30 novembre 2012] e sarà tenuta da un imam membro dell'associazione»:

http://www.cdt.ch/mondo/cronaca/74081/parigi-una-moschea-per-gay-e-trans.html

Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.