mercoledì 9 dicembre 2015

c'è pontificato e pontificato, e le leggi vanno interpretate o applicate a seconda del soggetto...

A proposito della violenza fisica contro la persona del Romano Pontefice (CIC 1370), Fisichella ha detto ai giornalisti durante l'incontro con la stampa di venerdì scorso:
"Direi che occorre capire bene 'la violenza fisica,' perché a volte le parole sono fin troppo come rocce e pietre, e quindi credo che un po' di questi peccati, sono di gran lunga, fin troppo, più diffusi di quanto si possa pensare".
Oh, ma che birichino!

Chissà perché nell'epoca Ratzinger "criticare il Papa" scatenava applausi, e ora invece scatena quasi una scomunica per "violenza fisica contro il Romano Pontefice".

2 commenti:

  1. .....il gayo fisichella......

    RispondiElimina
  2. Eh, ma Ratzinger era il pastore tedesco, inviso alla sacra Repubblica, bibbia ed evangelio del radical chic, rammento intemerate dell'Euge contro il nazifascista Joseph......sì,proprio Euge, che se ne dovrebbe stare zitto per l'eternità, fortuna che questo paese non ha memoria né storia, se non quella propalata dai fidi prof. 68ini fedelissimi al comintern.....ah, che belli quei tempi rivoluzionari, allons y!

    RispondiElimina

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.