sabato 19 agosto 2017

la Narrativa Ufficiale ci dice che...

Ogni volta che la radio propina la Narrativa Ufficiale annunciando l'ennesimo "attentato islamico", mia madre mi guarda pensosa e io sbadigliando le dico: sono stati gli americani.

Foto 1: siccome gli esplosivi costano, i cinque attentatori di Cambrils avevano preparato cinture esplosive finte (roba che neanche in India!), proprio come i tre del ponte di Londra due mesi fa. Peccato che i cinque più tre siano stati ammazzati tutti e non possano spiegare i motivi di tanta brillante economia:


Foto 2: un terribile attentatore islamico conturbante ma senza turbante, si presenta in versione jihad su Facebook (vedi anche la pagina: Pericolo Islamico); la polizia è riuscita ad ammazzarlo:


p.s.: il 1° ottobre in Catalogna c'è un referendum indipendentista; come al solito gli attentatori "islamici", non volendo, hanno dato una mano all'establishment.
(Nota: dato che la Lega è stata secessionista solo a parole, e dato che l'Italia conta come il due di bastoni quando briscola è coppe, qui un "attentato islamico" ancora non s'è visto, nemmeno con le bombe della foto 1).

Ma i kattolici di oggi sono pronti alla singolar tenzone! Compulsano libri e articoli sul cosiddetto "terrorismo islamico" notte e giorno, mettono Like a tutta forza su ogni vignetta "respingiamo i muslimslamici" su Facebook, si fregiano di altisonanti nickname sui forum e sui blog ("Vandea", "Lepanto", "Marco d'Aviano"...), riempiono la propria bacheca Facebook di immaginette "l'islam non passerà!" (sottinteso per gli altri: armatevi e partite), e quando vanno in giro hanno paura non di drogati, rapinatori, stupratori, malviventi, guidatori distratti, controllori di biglietto, ma di facce dai tratti orientali che in quanto tali possono dire "Allàh Akbar!" e far esplodere le proprie cinture come quelle della foto 1.
Nota: la vittoria di Lepanto arrivò a suon di rosari e di confessioni ben fatte. Dato che il Popolo Cattolico li ha sostituiti coi Like su Facebook, abbiamo avuto come punizione un Bergoglio: almeno di quello riusciamo a vergognarci...

Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.