mercoledì 9 settembre 2015

Paolo apostolo, svégliati !

The Pope then covered his cross
and bowed so as to show proper respect to her beliefs.
Giovedì scorso il Presidente israeliano Reuven Rivlin e la sua stretta collaboratrice Rivka Ravitz, ebrea ortodossa, si sono recati in visita presso Francesco. L’etichetta prevederebbe che il visitatore stringa la mano a Bergoglio e compia un inchino; tuttavia, giunto il suo turno la signora Ravitz ha spiegato che non le era consentito farlo, in quanto i precetti morali giudaici vietano a estranei di sesso diverso di stringersi la mano, e proibiscono altresì di inchinarsi di fronte a simboli di altra religione – ossia la Croce che Bergoglio ha al collo.

Così, per mettere a suo agio la signora Ravitz, Bergoglio ha coperto la Croce con una mano e ha fatto un piccolo inchino.

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Gàlati, capitolo 2:
[¹¹] Ma quando Cefa venne ad Antiochia, mi opposi a lui a viso aperto perché evidentemente aveva torto.

[¹²] Infatti, prima che giungessero alcuni da parte di Giacomo, egli prendeva cibo insieme ai pagani; ma dopo la loro venuta, cominciò a evitarli e a tenersi in disparte, per timore dei circoncisi.

[¹³] E anche gli altri Giudei lo imitarono nella simulazione, al punto che anche Barnaba si lasciò attirare nella loro ipocrisia

Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.