lunedì 14 marzo 2016

lode, onore e gloria a te, sacra caffettiera!

Ennesima dimostrazione che il Novus Ordo sa andare incontro all'uomo di oggi: il figlio dell'inventore della caffettiera è stato cremato e le sue ceneri sono state poste nella caffettiera davanti all'altare e quindi incensata dall'aitante don Alfonso:







Non oso immaginare cosa succederà quando sarà il turno del sig. Richard Pozzi Ginori... metteranno la tazza con o senza sciacquone?

1 commento:

  1. E io che credevo che un corpo cremato non potesse neppure entrare in Chiesa... sulla scelta dell'urna poi... a questo punto, a breve, vedremo i parenti dei defunti celebrare i riti affittando ad ore l'edificio.

    RispondiElimina

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.