lunedì 11 febbraio 2019

rassegna stampa

Per la serie: "finalmente se ne accorgono", in Arizona una senatrice di sinistra dichiara emergenza pornografia, riconoscendola come «dannosa per la salute pubblica», proprio come l'industria del tabacco.

Provate a indovinare come reagiranno... una tassa sul porno? ma certo, così sì che si risolve il problema della salute pubblica... una maggiore "educazione sessuale" a scuola? ma certo, così sì che i giovani smetteranno di farsi educare dai pornazzi e smetteranno di chiedere - ancor prima dei diciott'anni - il viagra per andare in discoteca (a sedici anni "già nun te tira più", oppure è solo che non riesci a emulare quelle scene?)

https://edition.cnn.com/2019/02/09/health/arizona-porn-public-health/index.html
Supplemento rapido: i siti web (e relative apps) di incontri sessuali appartengono ad un'unica entità con presidente e board of directors fratelli maggiori e i maggiori siti porno su internet (più la produzione di film porno) appartengono ad un'unica entità con sede in Lussemburgo (nonostante sia fondata in USA)... e generalmente fondatori e proprietari sono (uh) di quella certa etnia...

Ha fatto discutere (come previsto) la battutaccia di Liam Neeson (incidentalmente il tizio della testata di questo blog). Bisognava solo far notare che il bastonare a morte un negro per placare la propria ira, avrebbe fatto comodo solo allo stupratore negro. Probabilmente il Neeson pensava di stuzzicare le femministe e i simp (semplicioni) blue-pilled (pillola blu, cioè quelli ottemperanti alla narrativa feminazi), e invece ha scatenato i fautori del multiculturalismo, per i quali il negro è sacro e il bianco va massacrato.

Per capire questo genere di episodi bisogna applicare l'inversione dei ruoli: immaginate Neeson negro che dichiara di voler massacrare un bianco, e la sinistra feminazista avrebbe esultato. Oppure immaginate una donna che vuole bastonare un'altra donna rea di avergli stuprato il suo uomo (per chi non lo sapesse, lo stupro non è soltanto "da uomo verso altra persona", ma anche "da donna verso uomo", ma la narrativa ufficiale non lo dirà mai):

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/02/06/liam-neeson-la-rivelazione-choc-anni-fa-girai-per-una-settimana-cercando-un-bastardo-nero-qualsiasi-da-uccidere/4950986/
Supplemento rapido: non esiste solo il femminicidio:

https://totalitarismo.altervista.org/maschicidio/

Miracoli della tecnologia: un trentenne muore (ufficialmente "muore") in India (aaah, sì, patria del diritto e dell'onestà e della precisione) per un morbo intestinale (...e patria della buona cucina mediterranea), e dato che era l'unico a conoscere la password rende inutilizzabili 150 milioni di dollari:

https://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2019-02-04/bitcoin-muore-fondatore-un-exchange-150milioni-fumo-perche-nessuno-sa-password-104544.shtml
Intanto, in Giappone, vengono arrestati per traffico di lingotti d'oro...

http://www.asahi.com/ajw/articles/AJ201901230051.html

Supplemento "miracoli della tecnologia": i servizi segreti intercettano il router che avevi comprato, ci impiantano un aggeggino spia, lo reimpacchettano e te lo mandano. E tu tutto felice credi di avere firewall antivirus protezioni eccetera:

https://arstechnica.com/tech-policy/2014/05/photos-of-an-nsa-upgrade-factory-show-cisco-router-getting-implant/

Supplemento tecnologico: frigoriferi smart che si fanno hackerare la password... tenetevi ben stretti gli elettrodomestici che non si collegano a internet, per carità!

https://techcrunch.com/2019/02/08/industrial-refrigerators-defrost-flaw/
Ma quale Tesla da ottantamila euro, le mini-car elettriche cinesi (fatte rubando segreti industriali a Tesla e ad altri) stanno per invadere l'Europa. Si prepara un'altra moda passeggera (come quella degli hoverboard e della declinante bici elettrica).

La questione è un po' più seria di quel che sembra perché i veicoli elettrici, per grandissima parte del loro peso, sono costituiti da batterie (il che già è assurdo: gran parte dell'energia che spendi per muoverti in giro è dovuta al trasportarti le batterie stesse...). Che hanno un ciclo di vita ridotto (alcune centinaia di ricariche) e sono assai complicate da smaltire. Quindi occorrerà anzitutto una vasta e articolata rete di recupero-riciclo-smaltimento, molto più complessa di quella del settore automobilistico.

Inoltre, stante la gravissima fissazione di "informatizzare" tutto, i veicoli elettrici sono progettati per comunicare con l'azienda produttrice (e quindi centinaia di altre entità, a cominciare dalle agenzie pubblicitarie e dai servizi segreti e dalle compagnie assicurative) tutti gli spostamenti e lo stile di utilizzo. Così finisce che se il GPS sballa per un attimo il segnale o un operatore trancia l'ultima lettera dell'indirizzo email del cliente, uno si ritrova "a sua insaputa"  sulla scena di un crimine e deve difendersi in tribunale...

https://qz.com/1541380/the-cheapest-chinese-electric-cars-are-coming-to-the-us-and-europe/
Due miliardi di esseri umani... uh... si nutrono di insetti:

https://www.sapiens.org/culture/eat-bugs/
La Cina produce di tutto: anche organi (espiantati ai prigionieri). "Presto, fate sparire gli articoli scientifici in materia di trapianti! urgente!":

https://www.theguardian.com/science/2019/feb/06/call-for-retraction-of-400-scientific-papers-amid-fears-organs-came-from-chinese-prisoners

Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog per segnalare notizie ecclesiali generalmente pubblicate su altri siti web.

Sono gradite segnalazioni, correzioni, precisazioni, rettifiche (purché documentate) e commenti in tono civile. Tutto il resto non è gradito.

I vostri commenti sulle vecchie pagine vengono pubblicati generalmente dopo 24-48 ore.